Dietrofront FSBA, si torna ai giorni di effettivo utilizzo. Ecco anche le regole 2021

(28/1/2021) Il Fondo nazionale FSBA ha aggiornato il proprio Manuale operativo e le procedure Covid-19. E’ una piccola rivoluzione: esperiti i necessari approfondimenti nelle sedi opportune, FSBA ha infatti potuto fare ritorno a quello che è sempre stato il suo specifico metodo di calcolo. Sia per le pratiche 2021, sia retroattivamente per le domande Fatturato e per le pratiche Ristori, il conteggio relativo all’utilizzo della cassa integrazione verrà quindi fatto per giorni di effettivo utilizzo e non più per settimane. Decade quindi la regola che possiamo riassumere come "un giorno utilizzato vale una settimana". Si torna invece a "un giorno vale un giorno".
Le novità sono in via di implementazione tecnica e saranno operative in SINAWEB nei prossimi giorni. Invitiamo dunque gli utenti, in questa fase di passaggio, a non tenere conto di eventuali giorni rossi nelle rendicontazioni.
Viste le tante novità, decadono anche le scadenze di gennaio: si potrà protocollare e rendicontare senza problemi anche a febbraio.
Altra novità: le domande Ristori che hanno una durata a cavallo tra il 2020 ed il 2021 verranno "tagliate" in automatico dal sistema, che imposterà il 31 dicembre 2020 come data di fine domanda.
Le domande Ristori già presentate per gennaio 2021 verranno tutte convertite in automatico in domande Covid19 Legge 178, più vantaggiose per le aziende in quanto "sganciate" dai riferimenti al Fatturato e dunque in tutti i casi "gratuite" per le imprese.
In pratica, al 31 dicembre 2020 si chiudono tutte le pratiche dell’anno 2020 e vengono congelati tutti i relativi contatori, mentre il 2021 inizia per tutti con nuove pratiche ed un solo nuovo contatore, che esprimerà l’utilizzo della cassa integrazione FSBA in giorni effettivi.
Quanto alle nuove domande per il 2021, occorrerà presentare in SINAWEB - che ad oggi non è ancora pronto, vi avvertiremo con un nuovo articolo quando lo sarà - una domanda di tipo Covid19 Legge 178 con un nuovo ticket INPS (di tipo Assegno Ordinario FSBA, anno 2021, sul portale INPS, sezione Uniemens). FSBA non ha ancora definito se occorrerà anche la firma di un nuovo accordo sindacale per queste nuove pratiche. Le domande possono riguardare lavoratori già in forza all’azienda alla data del 1° gennaio 2021. La durata massima della sospensione è di 12 settimane nel periodo compreso tra il 1° gennaio ed il 30 giugno 2021 (ma è dato per scontato che le settimane di possibile cassa integrazione ben presto aumenteranno).
Anche nel caso delle nuove domande 2021 SINAWEB consentirà di iniziare dalla duplicazione dell’ultima domanda già presentata, con la possibilità di variarla o integrarla.
Novità anche per la gestione della contribuzione correlata, ovvero l’adempimento specifico per FSBA che consente la copertura pensionistica per i lavoratori nelle settimane di cassa integrazione. I dati della correlata vengono trasferiti da FSBA all’INPS dopo l’erogazione della prestazione FSBA; a quel punto l’INPS procede, con cadenza mensile, al calcolo della contribuzione, che mensilmente FSBA provvede a pagare. SINAWEB sarà implementato per la gestione degli eventuali errori: in caso di rilevazione di errori a a seguito del trasferimento dei dati all’INPS, gli stessi verranno esposti all’interno del dettaglio della domanda FSBA, con richiesta di correzione da parte dell’utente. A seguito dell’effettuazione della correzione, le posizioni verranno introdotte nel flusso di gestione successivo. Il sistema inoltre proporrà, nel dettaglio di ciascuna domanda FSBA, le informazioni relative allo stato di gestione della contribuzione correlata, ovvero - per ciascuna azienda - numero di autorizzazione INPS e competenze gestite.
Sono inoltre in arrivo chiarimenti e semplificazioni in tema di esonero contributivo per le aziende.
Quanto al prossimo arrivo di risorse dal Ministero a FSBA, e dunque alla ripresa dei pagamenti della cassa integrazione FSBA per le mensilità 2020, esso dovrebbe avvenire nel corso del prossimo mese di febbraio.